Recensione BlackVue DR650GW-2CH: dash cam full HD con GPS

 In Recensioni, Tecnologia
La necessità di tracciare e monitorare qualcosa che ci appartiene va via via prendendo piede negli ambiti più disparati, in questa recensione ci occuperemo della dash cam BlackVue DR650GW-2CH, un prodotto destinato a monitorare sotto più aspetti, ed in diverse condizioni, la nostra auto.

Quello delle dash cam è un settore in evoluzione che comprende varie tipologie di videocamere, diverse per dimensioni e caratteristiche, che consentono di registrare dei video “in prima persona” della propria automobile. In altre parole sono delle action cam applicate alle auto. Alcune hanno uno schermo, altre si servono degli smartphone per la riproduzione, alcune supportano il GPS o meno, ed infine variano per la qualità della registrazione video, in termini di risoluzione dell’immagine e di tasso di frame al secondo.

BlackVue DR650GW-2CH nerdvana

BlackVue DR650GW-2CH è costituito da due videocamere (da qui 2 channel), una principale ed una secondaria. La prima, full HD a 30 fps e di dimensioni superiori, va montata al di dietro dello specchietto retrovisore, la seconda, HD a 30 fps da applicare centralmente in alto al lunotto posteriore. La registrazione, grazie al microfono integrato, include la traccia audio, che può essere in ogni caso disabilitata dalle impostazioni.

La videocamera principale è dotata di Wi-Fi, porta microSD, GPS, microfono e LED di stato. Presenta inoltre due connettori: uno per l’alimentazione, e l’altro dedicato al cavo coassiale, per la connessione della videocamera secondaria, che trasporta alimentazione e segnale video. Sono inclusi nella confezione una serie di clip adesive che consentono di nascondere il cavo di collegamento nel sottotetto.

BlackVue DR650GW-2CH nerdvana

Le due videocamere BlackVue DR650GW-2CH hanno forma cilindrica, ciò consente ad entrambe di ruotare all’interno dell’anello che consente l’applicazione a parabrezza e lunotto, per regolare al meglio l’angolo d’inclinazione.

In maniera molto sintetica, la videocamera principale si occupa di registrare i due flussi video, sincronizzarli ed abbinarli, grazie al GPS, ad informazioni come velocità e posizione istantanea. È lo stesso GPS che consente al BlackVue DR650GW-2CH di rilevare quando la vettura è ferma e quindi entrare in modalità parcheggio. In questa modalità BlackVue DR650GW-2CH inizierà la registrazione solo a seguito della rilevazione di un movimento, o di un impatto, per un tempo definito dai parametri scelti dall’utente.

BlackVue DR650GW-2CH si alimenta attraverso l’accendisigari, va da sé che a quadro spento le videocamere non essendo alimentate, smettono di funzionare. In realtà, in abbinamento al BlackVue DR650GW-2CH è possibile acquistare il kit Power Magic Pro che consente di collegare l’alimentazione direttamente alla batteria al fine di monitorare ciò che accade intorno all’auto anche durante il parcheggio. Questo accessorio, a seconda delle proprie conoscenze, può essere di più o meno semplice installazione, e può essere configurato per fornire energia alle videocamere per dei periodi di tempo predefiniti, dallo spegnimento del motore, sempre preservando la batteria. L’accessorio consente infatti di definire una soglia di voltaggio, a scelta tra due valori, al di sotto della quale interrompere il flusso di corrente.

BlackVue Power Magic Pro nerdvana

Una volta terminata l’installazione, la fase di configurazione è abbastanza semplice ed intuitiva. Il tutto si gestisce accedendo alla rete Wi-Fi protetta, e l’apposita App BlackVue. È presente una voce guida che scandisce gli stati del dispositivo: accensione, registrazione, attivazione della modalità Wi-Fi e infine spegnimento.

Collegati da smartphone in modalità Wi-Fi è possibile, anche se con una piccola perdita di frame rate, visualizzare in tempo reale le immagini catturate dalle videocamere. È il caso di sottolineare che la connessione alla rete Wi-Fi inibirà qualsiasi connessione ad Internet, notifiche Push incluse.
Tutto ciò rimane vero finché non si configura BlackVue Over the Cloud, il servizio offerto dalla casa produttrice che consente di monitorare attraverso il proprio smartphone, o il Wi-Fi dell’auto di monitorare da remoto la propria automobile. La sua configurazione fa sì che BlackVue DR650GW-2CH si colleghi alla rete configurata per accedere ad Internet.

La registrazione viene effettuata sulla microSD, che può essere inserita in un comune lettore per la consultazione dei contenuti su computer. Nello specifico, BlackVue mette a disposizione sia per Mac OS X che per Windows un’applicazione che consente di riprodurre i video singolarmente o con la funzione PIP (Picture in Picture), e contemporaneamente visualizzare dati come posizione, velocità, ed accelerazioni sui tre assi, il tutto in maniera istantanea. Di particolare interesse è la finestra che, attraverso l’icona di un’autovettura, indica la posizione assunta dal veicolo al momento della registrazione sulle mappe di Google. Tra le altre funzioni di quest’applicazione di visualizzazione c’è un calendario, una timeline divisa in ore, minuti e secondi, la possibilità di modificare la velocità di riproduzione, fino a muoversi di frame in frame per poterli catturare singolarmente.

BlackVue DR650GW-2CH nerdvana

Scendendo un po’ più a fondo ci si accorge che i flussi video delle due videocamere sono salvati come file distinti nel comune formato mp4 con codifica H264, e spezzettati in durate di un minuto, in abbinamento al altri file contenenti il resto delle informazioni.

BlackVue DR650GW-2CH supporta microSD fino ad una capacità massima di 64 GB, di cui si consiglia il salvataggio e la formattazione a cadenza regolare. Nel caso in cui le registrazioni dovessero riempire la memoria della microSD, saranno eliminate quelle meno recenti per far spazio alle nuove.

Sia la registrazione frontale, a 1080p, che quella posteriore, a 720p, hanno una buona nitidezza con la luce naturale. Quando la luminosità inizia a calare, cala anche la visibilità; non si tratta infatti di videocamere per la visione notturna. Durante la riproduzione alcuni particolari possono risultare non a fuoco, ma basta procedere di frame in frame per rilevare chiaramente informazioni quali cartelli, targhe e quant’altro.
BlackVue DR650GW-2CH si comporta molto bene con i fari abbaglianti, sia nell’anteriore che nel posteriore. Non viene intaccato l’intero quadro dall’elevata luminosità, ma al contrario viene ristretta notevolmente, consentendo di continuare ad avere in visibilità il resto della scena.

Alcune impostazioni possono essere definite già via smartphone, ma risulta sicuramente più comodo gestirle dall’applicazione desktop. Da qui l’utente può definire, tra gli altri, parametri come: fuso orario, risoluzione e luminosità; nonché tutto ciò che è legato a Wi-Fi, LED di stato e allarme sonoro.

Molto facile ed intuitivo è anche l’aggiornamento del firmware, che può avvenire sia via smartphone che via computer.

Ulteriori dettagli tecnici su BlackVue DR650GW-2CH sono disponibili sulla pagina del prodotto che su Amazon.it è disponibile a partire da 315 € nella versione con microSD da 16 GB, 322 € per quella da 32 GB e 342 € da 64 GB. È anche presente la versione senza videocamera posteriore al prezzo di 229 €. Il Power Magic Pro infine è venduto al prezzo di 33,90 €.

BlackVue DR650GW-2CH
  • Design - 85
  • Facilità d'installazione - 70
  • Facilità di configurazione - 85
  • Facilità d'uso - 85
  • Qualità costruttiva - 90
Recommended Posts
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Altoparlante bluetooth Inateck nerdvanaFoscam C1 nerdvana