Power over Ethernet o PoeE, cos’è e come si usa

 In Guide, Notizie, Tips
Nessuna valutazione fornita dagli utenti.
Qualche tempo fa ci siamo soffermati, in occasione della recensione del Netgear PowerLine WiFi PLW1000, sulla possibilità di portare il “cablaggio di rete” sull’impianto elettrico, adottando il sistema definito Powerline. Sempre nell’ottica di venire incontro alle necessità di casi limite o più semplicemente per semplificare la gestione di determinate esigenze, approfondiamo oggi la tecnologia Power over Ethernet anche nota come PoE.

Cos’è il Power over Ethernet o PoE

Come il nome stesso suggerisce, la tecnica Power over Ethernet (PoE) consente di alimentare i dispositivi utilizzando il cavo di rete. Lo standard di riferimento è IEEE 802.3af. Il beneficio maggiore deriva dal fatto di non necessitare di due diversi cavi, uno per l’alimentazione ed uno per la rete. Potendo così più agevolmente installare dispositivi di rete in contesti poco favorevoli.

Quali cavi supportano il Power over Ethernet o PoE

Per poter beneficiare dei vantaggi derivanti dall’adozione del Power over Ethernet o PoE è sufficiente dotarsi di cavi di rete ethernet che siano CAT5e o superiori.

Come utilizzare il Power over Ethernet o PoE

Tutti i dispositivi che supportano la tecnologia Power over Ethernet o PoE solitamente hanno la dicitura PoE impressa sulla scatola, più semplicemente nel nome del prodotto, o al più all’interno delle sue specifiche.

Spesso, poiché pochi dispositivi forniscono sulle porte ethernet anche l’alimentazione, per poter usare dei dispositivi PoE si rende necessario un piccolo adattatore in grado di “iniettare” la corrente elettrica all’interno del cavo di rete, ne è un esempio il TP-Link PoE150S Injector.

Il TP-Link PoE150S Injector non necessita di alcuna configurazione o particolare competenza tecnica. È sufficiente collegare nella maniera corretta i cavi perché funzioni. Più nello specifico, in maniera abbastanza intuitiva, sul TP-Link PoE150S Injector sono posizionate da un lato tutte le porte di input e dall’altro quelle di output. Dal lato dove è collocata la porta di alimentazione si inserirà il cavo ethernet proveniente dal router e dall’altro quello da collegare al dispositivo PoE.

In maniera esattamente contraria lavora invece il TP-Link TL-POE10R PoE Splitter che si occupa di separare il segnale di rete da quello elettrico.

La tecnologia Power over Ethernet o PoE classica, IEEE 802.3af (802.3at Type 1) è in grado si supportare fino a 12,95 W o 15,40 W a seconda che si adotti un micro-controllore o meno. A questo link di Wikipedia c’è la tabella comparativa contenente ulteriori specifiche.

In abbinamento alle reti mesh di cui abbiamo parlato all’interno della recensione del Netgear Orbi RBK30, la tecnologia PoE e Powerline rendono raggiungibili in modo sempre più semplice le zone meno accessibili di abitazioni e piccole aziende.

Valuta questo articolo

Recommended Posts
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Rivoluzione wearable Apple nerdvana

This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept' button.