[Recensione] Parallels Desktop 9 ora supporta OS X Mavericks

 In Applicazioni OS X, OS X, Recensioni
Nessuna valutazione.

Ad ogni rilascio di una nuova versione di OS X, Parallels aggiorna il suo software Desktop per migliorarne la compatibilità. Dalla precedente versione 8 non è cambiato molto: la procedura di installazione e configurazione degli OS ospiti è rimasta la stessa (vi invito a leggere la recensione di Liborio per i dettagli del caso) e, come sempre, nel caso di sistemi operativi open source o gratuiti, Parallels provvederà al loro download e alla loro installazione in automatico (da notare la possibilità per gli sviluppatori di emulare anche Android).

In Parallels 9 troviamo tutto ciò che ci ha fatto innamorare del software negli scorsi anni: possibilità di scegliere quanti core e quanta ram assegnare all’OS emulato, installazione dei Parallels Tools per integrare al meglio i due OS, in modo che quello ospite veda le cartelle del principale come se fossero le sue, condividendone addirittura la Scrivania, la possibilità di assegnare periferiche USB a un sistema piuttosto che a un altro anche in maniera permanente, decidere con quale app di quale OS aprire una determinata tipologia di file (ad esempio, preferisco usare Anteprima.app per aprire i PDF anche da Windows).

Schermata 2014-01-21 alle 13.58.49

È ovviamente disponibile la modalità Coherence, caratteristica di punta di Parallels, che permette di utilizzare i software di Windows come se fossero app di OS X, senza visualizzarne necessariamente il desktop.

Altra feature di rilievo è il supporto a Parallels Access, nuovo servizio a pagamento che permette di accedere al proprio Mac direttamente da iPad: un po’ come Teamviewer, abbiamo la possibilità di visualizzare la scrivania del nostro computer e utilizzare i programmi direttamente dal tablet anche se ci troviamo nell’altro emisfero, semplicemente sfruttando la connessione ad internet. Il risultato, a differenza dei programmi concorrenti, è decisamente migliore: fluidità e velocità di elaborazione sono il suo punto forte tanto che, se la velocità di trasferimento dati è buona, non si notano ritardi apprezzabili.

Schermata 2014-01-21 alle 13.54.22

Unico neo di Parallels 9 è l’eccessiva lentezza sui Mac più vecchi, soprattutto sui MacBook Pro 2008, 2009 e 2010: a volte l’emulazione diventa pesante e lenta, tanto da costringere a chiudere tutti i programmi in esecuzione su OS X.

Parallels Desktop 9 è disponibile su Amazon a partire da € 69,00 (selezionate altre opzioni di acquisto!). È consigliabile l’aggiornamento alla nuova versione se si utilizza OS X Mavericks, in quanto dalla versione 8 in giù potrebbero esserci gravi incompatibilità di sistema.

Valuta questo articolo

Post suggeriti
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".