Recensione Netstor NA611TB3: archiviazione esterna ultraveloce

 In Recensioni
Nessuna valutazione.
Qualche tempo fa abbiamo introdotto il Netstor NA611TB3 dando qualche indicazione circa le sue caratteristiche principali. Dopo averlo utilizzato per qualche tempo possiamo condividerne prestazioni ed impressioni.
Il Netstor NA611TB3 è un’unità esterna che consente l’installazione al suo interno di due SSD NVMe1 con interfaccia M.22. Alimentato esternamente presenta due porte Thunderbolt 3 per il collegamento di ulteriori 5 dispositivi in cascata.

Nella confezione, dal peso non indifferente, sono posizionati con estremo ordine il cavo di alimentazione ben schermato con terminale schuko e relativo trasformatore, un cavo Thunderbolt 3 da 0,5 m ed il Netstor NA611TB3. Solo dopo aver tirato tutto fuori ci si accorge che buona parte del peso è dovuta al grosso trasformatore.

Il Netstor NA611TB3 è costruito interamente in solido e robusto alluminio, ricoperto da uno strato di gomma che lo rende anti-scivolo, oltre ad attutire eventuali urti accidentali, evitando che si possa graffiare la scocca metallica, prevenendo eventuali ripercussioni sulla scheda interna.

Recensione Netstor NA611TB3 nerdvana

La prima operazione da fare è l’installazione di uno o due SSD NVMe. Il procedimento non è immediato, si rende infatti necessario disassemblare parzialmente il Netstor NA611TB3. Tuttavia il manuale di istruzioni, ma ancor più il tutorial, specificatamente pensato, rendono l’operazione più semplice di come possa apparire. Per farlo sono richiesti due tipi di cacciavite, uno abbastanza grosso ed uno un po’ più piccolo. Il primo sarà necessario per svitare le due viti del pannello frontale e le quattro che tengono unita la base metallica alla scheda logica, il secondo per la rimozione delle viti che fungono da fermo per i due SSD NVMe.

Recensione Netstor NA611TB3 nerdvana

Una volta estratto lo slot che consente l’installazione dei due SSD, colpisce l’ingegnerizzazione della scheda logica, la sua robustezza, pulizia e la qualità delle saldature. Completato il collegamento degli SSD bisogna prestare attenzione a far ben combaciare la scheda logica con la piastra metallica. Su quest’ultima trova posto la pasta termica che, essendo adesiva, non consente grossi margini di spostamento una volta posizionata. Questa operazione è facilitata dai fori per il passaggio delle viti, allineandoli si sarà certi che i due strati siano stati correttamente sovrapposti. Ritornando per un momento sulla pasta termica ed alla sua aderenza agli SSD non c’è da preoccuparsi per l’eventuale separazione dei due strati: sarà sufficiente procedere dividendo pian piano, ma con una certa decisione, le due placche per rivelare nuovamente gli SSD senza lasciare alcun residuo su di essi.

Portata a termine l’installazione, non resta che alimentare il Netstor NA611TB3 e collegare una delle due porte Thunderbolt 3 al dispositivo con il quale intendiamo utilizzarlo. Nel nostro caso si tratta di un MacBook Pro con Touch Bar. Ciò che si rileva alla prima connessione è la capacità del Netstor NA611TB3 di ricaricare il MacBook Pro. La scelta del verbo non è casuale, la potenza erogata dal Netstor NA611TB3 è tale da consentire la ricarica della batteria interna del MacBook Pro, e non solo mantenerne lo stato corrente alimentandolo.

Ci portiamo alla prima configurazione. Il sistema macOS ci avverte di aver individuato due SSD da inizializzare. Il Netstor NA611TB3 consente di configurare i due SSD NVme come unità singole, come due unità da configurare come JBOD oppure in RAID0 o RAID1.

Per valutare le prestazioni di questo Netstor NA611TB3 i due SSD NVMe M.2 Samsung 960 PRO da 512 GB utilizzati per i test sono stati configurati nella prima fase come unità singole ed in seguito in RAID0, sempre avvalendosi del File System APFS.

In configurazione come dischi singoli i due SSD NVMe M.2 Samsung 960 PRO da 512 GB testati con l’applicazione AJA System Test hanno restituito le velocità riportate nel seguente screenshot.

Single Samsung SSD NVMe 960 PRO APFS Netstor NA611TB3 nerdvana

Passando alla configurazione in RAID0 dei due SSD NVMe M.2 Samsung 960 PRO da 512 GB dopo aver effettuato lo stesso test con AJA System Test, è stata fatta una prova più empirica.
L’applicazione di test, in questo caso, ha misurato le velocità di scrittura e lettura mostrate nell’immagine qui di seguito.

RAID0 Samsung SSD NVMe 960 PRO APFS Netstor NA611TB3 nerdvana

Per considerare l’uso pratico che possa dare un’idea più vicina ai trasferimenti più comuni di file sono stati trasferiti verso e dal Netstor NA611TB3 quattro diverse tipologie di archivi per analizzare la risposta in termini di velocità di scrittura e lettura nelle diverse condizioni, sempre in configurazione RAID0. Nella seguente tabella sono indicate le velocità medie nelle due fasi. Il primo trasferimento è relativo ad un archivio compresso da 31,5 GB, il secondo ad una cartella contenente file audio in alta fedeltà da 7 GB circa, il terzo ad una cartella contenente scatti da 12 MP in formato RAW e JPEG per complessivi 7,5 GB ed infine una cartella da 1 GB contenente circa 2000 elementi per lo più di dimensioni inferiori al singolo megabyte.

Scrittura Lettura
File compresso 1471,65 MB/s 1887,70 MB/s
Brani HiFi 1302,78 MB/s 1564,44 MB/s
Scatti 12 MP 1102,43 MB/s 1442,12 MB/s
Miscellanea 326,40 MB/s 350,50 MB/s

In tutti i casi riportati fin qui le velocità di trasferimento sono estremamente elevate, esattamente come ci si aspetterebbe dalla combinazione di due SSD altamente performanti con un’unità in grado di farne il RAID0 e valorizzarne le prestazioni. Nonostante tutto ciò, non è escluso che differenti configurazioni possano consentire di raggiungere prestazioni superiori. Può essere il caso di SSD NVMe più performanti, o trasferimento di file con diverse caratteristiche. Dal momento che il Netstor NA611TB3 funge da “lettore” di SSD NVMe, buona parte del suo comportamento è dovuto alle prestazioni offerte dagli SSD NVMe stessi. Non mancherà l’occasione di testarlo con altre unità per poter apprezzare eventuali differenze.

Recensione Netstor NA611TB3 nerdvana

Con questi numeri, il suo ambito perfetto di utilizzo è l’editing video 4K. In queste condizioni, o comunque sotto sforzo il Netstor NA611TB3 inizia a scaldarsi, senza mai preoccupare, sia la costruzione in alluminio che la ventola posteriore riescono a dissipare efficacemente il calore generato, benché quest’ultima non eccella per silenziosità. In un ambiente poco rumoroso la sua presenza è abbastanza rilevante. La velocità della ventolina di raffreddamento va regolata manualmente attraverso l’interruttore dedicato.

Un altro aspetto da evidenziare è dato dalle dimensioni compatte del Netstor NA611TB3; i suoi 125 x 150 x 35 mm gli permettono di stre facilmente nel palmo di una mano e grazie al suo design può diventare un elemento piacevole per la propria scrivania.

Ulteriori informazioni circa il Netstor NA611TB3 sono disponibili sulla pagina web del produttore. Quanto al suo acquisto, il prezzo di listino è di 360 $ attualmente pari a circa 300 €, per l’Italia è necessario mettersi in contatto direttamente con Netstor. L’esborso richiesto per l’acquisto di questo dispositivo è abbastanza elevato così come lo è quello necessario per portarsi a casa un SSD NVMe o ogni prodotto professionale che rientra in questa fascia di prestazioni ed affidabilità, per cui è possibile ritenerlo giustificato anche sulla base delle considerazioni fin qui fatte.

Netstor NA611TB3
  • Design - 77
  • Qualità costruttiva - 88
  • Prestazioni - 85
  • Prezzo - 80

Valuta questo articolo

Post suggeriti
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

microSDXC SanDisk Ultra 400 GB nerdvanaAirtame wireless streaming HDMI nerdvana

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".