Guida alla creazione di file immagine dmg

 In Applicazioni OS X, Guide

Come promesso, nel rilasciare la guida al ripristino di Front Row sulla nuova Major Release di Mac OS X, Lion, ci occuperemo della creazione di un file immagine con tutte le caratteristiche di quello messo recentemente a disposizione dal nostro staff.

Spieghiamo innanzi tutto dicosa stiamo parlando, .dmg, contrazione delle parole Disk iMaGe è il formato per file immagine proprietario usato dalla Apple. Un file immagine a sua volta è un file che contiene al suo interno dati memorizzati con la stessa struttura che si ritrova su supporti ottici come CD o DVD.

Per inciso, ci sono applicazioni che permettono di fare tutto quello che trovate di seguito attraverso una interfaccia grafica il più delle volte molto semplice. Riteniamo però che, visto che Apple ha dotato il sistema di tutti gli strumenti necessari allo scopo, e che possiamo gestire più direttamente nella massima libertà il contenuto che vogliamo creare, non sia necessario ricorrere ad applicativi di terze parti.

Per prima cosa va calcolato lo spazio di cui abbiamo bisogno, incluso qualora la desiderassimo, il file dell’immagine che farà da sfondo, può risultare comodo mettere tutti i file e/o cartelle in un’unica cartella ed individuarne la dimensione.

Apriamo ora Utility Disco da Applicazioni/Utility e creiamo una nuova immagine tramite l’apposito pulsante in alto a destra.
Scegliamo il nome da dare al file immagine e lo inseriamo nel primo campo da riempire, il secondo lo riempiamo con il nome che desideriamo dare all’immagine disco, che non contenga spazi, più avanti vedremo perché.
In base al calcolo precedentemente effettuato impostiamo la dimensione di almeno 10 MB superiore, spazio necessario alle impostazioni di sistema. Per il resto possiamo lasciare tutto invariato e procedere con la creazione.

Al termine del processo di creazione l’immagine verrà automaticamente montata. Ora è possibile tramite copia e incolla o drag & drop caricare i file sull’immagine disco.
Per far scomparire le barre laterali, gli utenti che non hanno ancora aggiornato a Lion, clicchino sul pulsante in alto a destra del Finder; gli altri selezionino dal menu vista: “Nascondi barra di stato” e “Nascondi barra laterale”; o più brevemente: ⌥⌘S, ⌘/.
Ora disponiamo a nostro piacimento file e cartelle, assicurandoci che sia selezionata la vista: mostra elementi come icone.

Dal menu Vista selezioniamo Mostra opzioni vista, ⌘J. Dalla finestra che appare possiamo scegliere le caratteristiche grafiche che avrà l’immagine disco che abbiamo creato. Basta variarle per renderci conto di cosa vadano a modificare. Per dare uno sfondo alla finestra dell’immagine disco, in basso possiamo scegliere un colore, o selezionando Immagine, e cliccando sul pulsante seleziona, impostare l’immagine da utilizzare come sfondo. Quando appare la finestra di selezione, assicuriamoci ci scegliere il file che abbiamo già provveduto a inserire nell’immagine disco.
Fatto ciò ridimensioniamo la finestra in funzione dell’immagine di sfondo. Per assegnare un’etichetta colorata ad un file o ad una cartella è sufficiente cliccarci con il tasto destro e selezionare in fondo al menu a comparsa il colore.

Se non vogliamo che il file che abbiamo utilizzato come immagine di sfondo sia visibile procediamo come segue. Lanciamo il Terminale sempre da Applicazioni/Utility e digitiamo queste linee di comando:

cd /Volumes/Nome_immagine_disco
mv nome_file_sfondo.png .nome_file_sfondo.png

dove ogni andata a capo corrisponde ad un Invio e l’estensione del file di sfondo è a titolo di esempio.
Qui si spiega il motivo dell’aver dato al volume (immagine disco) un nome senza spazi, il Terminale non li avrebbe riconosciuti. Ora perciò è possibile ridenominare il volume.

Ora creiamo le icone. Per farlo utilizziamo img2icns, di cui abbiamo parlato qui , per trasformare una qualunque immagine in icona.
Possiamo a questo punto modificare l’icona del volume. Per farlo è sufficiente andare in “Ottineni informazioni” ⌘I, assicurandoci di selezionare il volume e fare il drag & drop dell’icona del file .icns sull’icona in alto a sinistra. Si tratta del metodo manuale, altrimenti, come descritto nella recensione è sufficiente trascinare il file nel campo dedicato di Image2icon.

La creazione a questo punto, se non abbiamo ulteriori necessità, può dirsi anche completata. Se invece vogliamo proteggere il file immagine con una password manca un ultimo step.
Apriamo ancora Utility Disco, ma selezioniamo ora Converti. Selezioniamo il file immagine appena creato e proseguiamo dando un nome al nuovo file immagine, scegliamo ora il formato, poi la criptatura ed il gioco è fatto.

Per maggiori delucidazioni, qualora riteniate che ci sia qualche punto ancora oscuro utilizzate i commenti così che i vostri dubbi siano utili anche ad altri.

Recent Posts

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".