Torrent su iPhone? Possibile grazie a torrific [Agggiornato, con alternativa]

 In Guide, Tips
Con i nostri iDevices e magari con qualche app aggiuntiva possiamo facilmente e liberamente scaricare pressoché qualunque tipo di file dalla rete fatta eccezione per i file torrent. Vi sarete accorti che nessuna app supporta questo servizio ((In realtà una era, forse inavvertitamente, stata approvata, ma è stata prontamente rimossa.)).

Vediamone un po’ i motivi. Il protocollo BitTorrent nasce con l’unico scopo di condividere file in maniera semplice tra i vari utenti della rete. Fin qui nulla di strano, peccato che, come al solito, ci si è fatti prendere la mano e si è usata questa tecnologia per la condivisione di file protetti da diritto da diritto d’autore. Dai file musicali ai programmi passando per i film.
Ecco spiegato il motivo per il quale in AppStore non troviamo nessun clien BitTorrent. La Apple, vista la chiusura del suo sistema, si guarda sempre bene dal rendere disponibile servizi che vadano a ledere i suoi interessi, nonché quelli delle case con cui stringe accordi senza i quali vedrebbe calare i suoi introiti.
Quindi, sebbene il protocollo Bit Torrent nasca con le migliori intenzioni agli utenti dei dispositivi della Mela non è dato servirsene.

Vista la natura del protocollo, in molti si saranno cimentati nella ricerca di un metodo per usufruirne su iPhone e quant’altro, spesso con scarsi risultati. Ma a guardare bene un metodo c’è.

Si tratta di torrific.com un sito che mette a disposizione un suo server e che scarica per noi i file torrent, mettendocelo poi a disposizione per effettuare un normale download.

I passi sono pochi, semplici ed intuitivi, ma vediamoli insieme.

Prima di tutto dobbiamo iscriverci ed effettuare il login; nella homepage incollare il link che ci permetterebbe di scaricare il file torrent e fare click sul pulsante “get”. A questo punto la situazione potrebbe evolvere in due modi: o ci viene mostrata una schermata che presenta il file che desideriamo scaricare, o in alternativa apparirà la schermata del sito da cui stiamo scaricando il torrent.
Nel primo caso sarà sufficiente fare click sul pulsante “initiate bittorrent transmission” così che il server inizi a scaricare il torrent per noi.
Nel secondo caso sarà necessario navigare nel sito fino ad arrivare alla pagina del download del file torrent. Arrivati a destinazione, appena clickeremo sul pulsante per il download saremo riportati alla schermata col pulsante “initiate bittorrent transmission”.

Terminato il download da parte del server, se abbiamo lasciato la spunta nel box “email alert me when available”, il sito provvederà ad inviarci una email contenente il link al quale scaricare i file desiderati. Altrimenti in ogni momento nella home sarà possibile visualizzare l’andamento del download alla fine del quale potremo clickare sul link che lo identifica per procedere.

Per la versione gratuita dovremo ora attendere qualche altro secondo per poi scaricare il/i file contenuti nel torrent.
Qualora i file fossero più di uno il sito ci metterà a disposizione la possibilità di scaricarli come unico archivio zip, ma potremo ugualmente scaricarli singolarmente.

A ben vedere quindi si tratta di un vero e proprio client BitTorrent online, come se fosse un vero programma solo visualizzato nel browser.

Purtroppo da qualche tempo, Torrific non è più disponibile. Al fine ti tenere aggiornato il nostro sito, e di conseguenza i nostri lettori, un’attenta ricerca ha prodotto come risultato una buona alternativa.

Si tratta del sito zbigz.co. Le modalità d’utilizzo sono le medesime di torrific, e dà la possibilità di essere utilizzato sia come utente free che come premium senza alcuna limitazione.
A differenza di torrific in questo caso non è possibile richiedere la ricezione di una email di notifica ad upload completato. Un altro aspetto per cui differisce dalla precedente soluzione è l’assenza di un permalink che permetta la visualizzazione dello stato dell’upload da posizioni diverse dal browser utilizzato per iniziare il processo.

Ad upload effettuato però, anche in questo caso, possiamo scegliere se scaricare l’intero pacchetto, o solo i file a cui siamo interessati.

Con uno dei dispositivi della mela, il download può partire da safari stesso, ed a download ultimato scegliere l’app in cui aprire il file. In alternativa una volta partito il download è possibile copiare il link dalla barra dell’indirizzo ed utilizzarlo per effettuare il download da una qualsiasi app della categoria download manager.

Naturalmente come staff vi consigliamo di diffidare dallo scaricare materiale illegale ed utilizzare questa guida al solo scopo di ottenere file non protetti da diritto d’autore.

Recent Posts
  • Nardel7

    Torrific chiuso………,l

    • infatti abbiamo riportato un’alternativa 🙂 leggi tutto l’articolo 😉

  • Giorgiapella

    Ma come si fa a cercare i file bisogna registrarsi?qualsiasi cosa scrivo non c ‘ e’

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".