URL Droplet e Send to Dropbox: ritrovare allegati e file da server direttamente su Dropbox

 In Notizie
Nessuna valutazione.
Dropbox è una piattaforma ormai abbastanza nota, su cui ci siamo anche più volte soffermati qui su Nerdvana. Meno conosciuti sono invece alcuni servizi che ampliano le funzionalità da Dropbox offerte. Oggi ci soffermeremo su due delle più diffuse, ma a breve tratteremo una terza con potenzialità superiori ma forse interessante per un numero inferiore di utenti.

SendtoDropbox1

Iniziamo col soffermarci su Send to Dropbox. Si tratta di un servizio che fornisce una casella email virtuale; qualunque cosa venga inviata a questa casella sarà trasferita in una apposita cartella di Dropbox. Supporta email sia di testo che html, ma l’aspetto più importante riguarda gli allegati. Tutti i file allegati saranno infatti automaticamente inseriti nella cartella riservata a questo servizio con due grossi vantaggi: non intasare la casella email (per quanto ora siano molto capienti), ma soprattutto trovare i file già sul proprio computer.

SendtoDropbox2

Questo servizio è cresciuto nel tempo ed ora all’interno dell’Account Manager è possibile scegliere di impostare varie opzioni. Prima tra tutte l’organizzazione dei file: ogni email andrà a costituire più di un file, uno testuale all’interno del quale ci sarà il contenuto dell’email, e gli altri relativi agli allegati; questi file possono essere organizzati in sottocartelle in base all’oggetto, al mittente, alla data ed al destinatario (ad uno stesso account possono essere associati più indirizzi email, questo fa però parte dei servizi a pagamento). È possibile creare una Whitelist: lista dei domini, o indirizzi dai quali accettare email. L’indirizzo email che ci verrà assegnato è personalizzabile solo in parte, perché lo sia totalmente è necessario acquistare l’Upgrade alla versione Pro.

URLDroplet1

Altro interessante servizio è quello fornito da URL Droplet. In questo caso basterà inserire il link a qualsiasi file perché questo venga automaticamente trasferito in una cartella dedicata al servizio stesso. Esiste però un limite di 30MB per gli utenti base, quelli cioè che non acquistano il servizio a pagamento.

In pratica sarà sufficiente risalite al link diretto ad un qualunque file presente in rete o su qualche server, perché questo venga trasferito sul nostro account Dropbox e così su tutti i dispositivi ad esso abbinati.

URLDroplet2

URL Droplet non fornisce opzioni di gestione, tranne che l’upgrade per innalzare la soglia di dimensione dei file e la priorità nella coda di trasferimento nella nostra cartella di Dropbox. Il file da noi indicato infatti non verrà istantaneamente caricato, ma sarà necessario attendere qualche minuto perché ciò accada.

Valuta questo articolo

Post suggeriti
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".