Ecco su cosa interviene la modalità Risparmio energetico di iOS 9

 In Apple, iPhone, Notizie, Tecnologia
Nessuna valutazione.
iOS 9 è disponibile già da qualche giorno e gli utenti italiani sono riusciti a piazzarsi tra i primi posti per la sua adozione. La maggior parte delle nuove funzionalità si esplicano da sole, ma quanto al Risparmio energetico?

In iOS 9 raggiunto il 20% di batteria residua, e poi nuovamente al raggiungimento del 10%, richiede se si voglia attivare il Risparmio energetico. Alternativamente, in qualsiasi momento è possibile attivare questa modalità da Impostazioni -> Batteria -> Risparmio energetico.

risparmio energetico ios 9 nerdvana
risparmio energetico ios 9 nerdvana

Si tratta di un’opzione attesa già da tempo, dal momento che su Android è disponibile già da un po’. Sta di fatto che gli utenti di iPhone 6 Plus e 6s Plus potrebbero anche decidere di non utilizzarla grazie alla longevità della batteria integrata, ma arriva sempre il momento di emergenza.

Il nuovo aggiornamento introduce già delle novità che consentono di abbattere i consumi a prescindere dall’attivazione del risparmio energetico. Grazie ai sensori di luminosità e prossimità, per esempio, l’iPhone sa quando è a schermo in giù e fa sì che lo schermo non si attivi quando si riceve una notifica. Questa caratteristica è però disponibile solo su iPhone, in ed in particolare su iPhone 5s, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s e iPhone 6s Plus.

Per chi si stesse chiedendo su cosa intervenga esattamente la modalità di Risparmio energetico, al fine di poter decidere, con cognizione di causa, se attivarla anche nei momenti in cui non sia strettamente necessaria, forniamo di seguito un breve elenco delle funzionalità su cui agisce, stando alle dichiarazioni di Apple.

  • Riduzione della luminosità dello schermo;
  • riduzione del tempo per il blocco automatico dello schermo;
  • disattivazione completa delle notifiche push di Mail;
  • blocco dell’aggiornamento delle app in background;
  • blocco dei downloads;
  • riduzione della velocità della rete;
  • riduzione delle impostazioni sull’acquisizione dei dati sul movimento;
  • riduzione dell’energia necessaria al funzionamento generale.

L’energia risparmiata grazie a queste limitazioni dovrebbe portare ad una durata della batteria fino a 3 ore in più.

Valuta questo articolo

Recommended Posts
Contattaci

Inviaci un'email e ti risponderemo al più presto.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

deep trench isolation nerdvanaInateck FD2003 nerdvana

Questo sito web utilizza i cookie per fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. L'installazione degli stessi avviene in conformità a quanto previsto dal provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezionedei dati personali. Informativa sulla Privacy e sui Cookie. Se acconsenti alla loro installazione, clicca su "Accetto cookie".